Capitolo 80: Il tradimento di Godfrey

Mentre Re Genn Greymane preparava l’offensiva per riconquistare Gilneas, gli elfi della notte guidati dalla sacerdotessa Belysra Starbreeze, insieme a Lord Crowley ed altri worgen, affrontarono l’Alpha a Tal’doren. Belysra tentò di risigillare il Culto del Lupo all’interno del Sogno di Smeraldo, ma prima che potesse farlo, una dei Ranger Oscuri di Sylvanas scoccò una freccia colpendola ad un braccio, facendo perdere la presa a Belysra sulla Falce di Elune. Immediatamente, l’Alpha diede l’ordine all’armata dei Forsaken di circondare gli elfi della notte ed i loro alleati. Intanto, lo stesso Alpha prese possesso della falce, ma proprio mentre stava per uccidere Belysra con essa, lo spirito lupo del vecchio amante della sacerdotessa – Arvell – comparì, uccidendo l’Alpha. Con la morte del loro capo, il Culto del Lupo si disperse; lasciando i Forsaken senza i loro alleati ed esposti all’attacco dei Kaldorei e dei Gilneani.

Tuttavia, non tutti avevano ben preso la rivelazione di Genn sul suo essere un worgen. Lord Vincent Godfrey fu scioccato da questa scoperta, e cioè che il suo Re fosse una delle stesse creature contro cui aveva combattuto così ferocemente. Godfrey, che aveva sempre affermato che i Gilneani trasformati in worgen fossero dei mostri da abbattere, creò un piano che, nelle sue intenzioni, avrebbe salvato Gilneas. Dopo aver ottenuto il sostegno di due signori orientali, Lord Walden ed il Barone Ashbury, Godfrey catturò Genn e lo tenne prigioniero a Tempest’s Reach. Godfrey progettò di usare Genn per concludere un accordo con i Forsaken, consegnandolo a Sylvanas in cambio della salvezza del regno.

I Worgen, tuttavia, si misero subito all’opera per liberare il proprio Re con il minor spargimento di sangue possibile. Uno di essi riuscì così a rintracciare e assassinare entrambi i lord traditori, lasciando Godfrey completamente isolato. Il nobile tuttavia, si rifiutò comunque di arrendersi, affermando che avrebbe preferito morire piuttosto che servire un Worgen come suo re.

Dopo aver pronunciato queste parole, Lord Vincent Godfrey saltò giù da una scogliera ponendo fine alla sua vita. Poco dopo, il suo cadavere venne trovato dalle Val’kyr di Sylvanas…

Illustrazione in evidenza ufficiale Blizzard