Capitolo 118: La vendetta del Lupo

Mentre gli avventurieri dell’Alleanza si misero alla ricerca dell’Egidia di Aggramar, Genn scoprì che i Forsaken avevano intenzione di attaccare Greywatch, l’avamposto della Brigata di Gilenas a Stormheim, utilizzando la Piaga, proprio come avevano fatto nella capitale. Greymane ordinò così alle sue forze di distruggere tutti i depositi della Piaga ed uccidere gli scienziati Forsaken in modo da mettere al sicuro Greywatch. Inoltre, Genn incaricò, Lorna Crowley di indagare su cosa stesse cercando Sylvanas in quella regione. Alla fine, la figlia di Lord Darius venne a conoscenza che la Regina Banshee intendeva avere accesso alla creazione di nuove Val’kyr soggiogando Eyir, la leader della Val’kyr di Odyn.

Nel frattempo, Genn aveva radunato la flotta dell’Alleanza nel tentativo di assaltare l’Approdo di Dreadwake, per attaccare i Forsaken, ma questi ultimi riuscirono a respingere l’assalto comandato dal Re di Gilneas. Tuttavia, dopo aver sentito il rapporto di Lorna, Genn andò personalmente al caveau di Skold-Ashil per affrontare Sylvanas e saldare così il conto con la Regina Banshee.

Al caveau, Sylvanas stava utilizzando una lanterna magica chiamata Gabbia dell’Anima per soggiogare Eyir, torturando la Val’kyr affinché ella si sottomettesse ed obbedisse ai suoi comandi. Ma dalle ombre spuntò fuori Genn, che attaccò Sylvanas affermando che avrebbe vendicato Varian, Gilneas e suo figlio. Ne seguì uno scontro in cui Greymane riuscì a colpire il Warchief, ma quest’ultima, scoccando una freccia, colpì Genn alla spalla, che tornò così in forma umana.

Sicura di avere la vittoria in pugno, Sylvanas iniziò a schernire Genn. Ma durante l’ultimo attacco, Greymane era riuscito a sottrarre a alla Banshee la Gabbia dell’Anima che fracassò a terra, distruggendola e liberando Eyir.

"Hai rubato il futuro di mio figlio. Ed ora... io ho preso il tuo." Genn a Sylvanas.
“Hai rubato il futuro di mio figlio. Ed ora… io ho preso il tuo.” Genn a Sylvanas. Immagine ufficiale Blizzard.

Genn uscì dal caveau, spezzando l’asta della freccia di Sylvanas conficcata nella sua spalla, affermando che se il Warchief si era presa il futuro di suoi figlio, oggi lui si era preso il suo. Greymane tornò quindi da Lorna e dai suoi uomini, i quali nel frattempo erano riusciti ad invertire con successo gli effetti della Piaga a Greywatch.

IN ALTO: Lo scontro tra Genn Greymane e Sylvanas Windrunner. Illustrazione di Tensor88.