Capitolo 117: Vecchi e Nuovi Rancori

Nel frattempo, sia l’Alleanza che l’Orda spiegarono le loro forze nella regione di Stromheim, l’antica terra dei Vrykul, per rivendicare l’Egida di Aggramar, uno dei Pilastri della Creazione.

Per la fazione rossa fu il nuovo Warchief Sylvanas Windrunner a guidare le operazioni. La Regina Banshee portò l’intera flotta dei Forsaken a Stormheim e mentre le sue forze dell’Orda andarono alla ricerca dell’Egida, Sylvanas si allontanò dai suoi uomini per una misteriosa missione solitaria .

Per quanto riguarda l’Alleanza invece, la ricerca dell’Egidia venne affidata al Re di Gilneas Genn Greymane. Genn era un nemico di vecchia data di Sylvanas, da quando anni prima la Regina Banshee uccise il Principe Liam durante la Battaglia di Gilneas (per approfondire, clicca qui). Un odio, quello di Genn, che era stato recentemente acuito dalla morte di Varian, anch’essa causata, secondo il sovrano di Gilenas, da Sylvanas. Così, quando l’Alleanza ricevette notizia di questa mobilitazione da parte dell’Orda, Genn e l’Ammiraglio Rogers andarono all’inseguimento della flotta di Sylvanas a bordo della Skyfire.

Uno sciamano dei Vrykul, gli abitanti di Stormheim. Illustrazione di Sycamore-Eve.

Obiettivo dell’operazione era proprio Sylvanas, e credendo che il Warchief fosse un passeggero su una delle navi dei Forsaken, la Skyfire attaccò deliberatamente la flotta nemica. Tuttavia, incapace di entrare in contatto con il resto della flotta dell’Alleanza, lai Skyfire procedette da sola con l’assalto. Le forze di Genn riuscirono a salire a bordo delle navi dei Forsaken e ad uccidere i loro capitani, ma quando salirono a bordo dell’ammiraglia reale, l’Alleanza scoprì che Sylvanas aveva già lasciato la nave e che il suo campione, Nathanos Blightcaller, stava guidando una forza dell’Orda per sabotare la Skyfire. Genn affrontò lo stesso Nathanos durante la difesa della propria nave ricorrendo alla trasformazione in Worgen.

Tuttavia, i Forsaken riuscirono nel loro intendo e la Skyfire si schiantò su Stormheim. La nave aerea venne distrutto ma il suo equipaggio riuscì a mettersi in salvo prima dello schianto radunandosi e formando un accampamento nelle vicinanze. Nel frattempo, Nathanos radunò i sopravvissuti dell’Orda mettendosi anche alla ricerca di Sylvanas. Ma dopo aver scoperto che la sua Regina non desiderava essere seguita, Blightcaller concentrò la sua attenzione sull’Alleanza, ordinando ai campioni dell’Orda di abbattere la loro ira sui propri nemici prima di mettersi alla ricerca dell’Egidia.

Quel che seguì fu una serie di schermaglie tra Orda ed Alleanza, e nonostante Genn supervisionasse le operazioni di ritrovo del Pilastro della Creazione, il sovrano di Gilneas non aveva dimenticato la sua preda. Si mise così personalmente sulle tracce di Sylvanas…

IN ALTO: Genn Greymane nella sua forma Worgen. Illustrazione ufficiale Blizzard.