Sali a vedere la mia collezione di armi?

Molte armi che si possono ottenere una volta sconfitto il Re dei Lich ad Icecrown Citadel hanno un forte significato simbolico.
Infatti esse sono appartenute alle più illustri vittime o comunque alle persone più importanti nella vita di Arthas Menethil.
Questo arsenale in possesso di Arthas può avere una doppia chiave di lettura: un legame con il suo passato prima di sedere sul Trono Ghiacciato e, soprattutto, la superiorità del potere di Frostmourne rispetto a tutte queste armi e di colui che la brandiva rispetto ai loro possessori. Eccole, quindi:

1) Troggbane, Axe of the Frostborne King e Mithrios, Bronzebeard’s Legacy

Sono un’ascia ed una mazza da guerra appartenute a Muradin Bronzebeard, che fu istruttore di Arthas quando quest’ultimo era un ragazzo. Muradin aiutò il Principe a Northrend nella caccia a Mal’ganis, ma fu dato per morto quando Arthas prese Frostmourne. Probabilmente fu in quel momento che quest’ultimo si impossessò delle armi dell’ex istruttore.

2) Windrunner Heartseeker, Fal’inrush, Defender of Quel’thalas e Oathbinder, Charge of the Ranger-General

Sono due balestre ed un’asta, appartenute a Sylvanas Windrunner. Arthas entrò in possesso di queste armi presumibilmente durante l’assedio di Quel’thalas, dove incontrò per la prima volta l’allora Generale Ranger che si scontrò con il Cavaliere della Morte per essere infine uccisa e rianimata sotto forma di Banshee.

3) Tel’thas, Dagger of the Blood King

E’ una daga, appartenuta al Principe Kael’thas Sunstrider. Arthas ne venne probabilmente in possesso durante lo scontro tra il Flagello e gli Elfi del Sangue nel continente di Northrend. Lì il campione di Ner’zhul affrontò in duello Kael’thas che riuscì comunque a scappare. Quando Arthas era ancora un ragazzo, Kael era stato il suo rivale in amore nella conquista di Jaina Proudmoore, che comunque alla fine scelse l’erede di Lordaeron.

4) Archus, Greatstaff of Antonidas

Come suggerisce il nome, questo è il bastone magico dell’Arcimago del Kirin Tor, Antonidas. Arthas ne venne in possesso subito dopo l’assassinio del grande mago durante l’assedio della città magica di Dalaran.

5) Halion, Staff of Forgotten Love

Come facilmente intuibile, questo bastone magico apparteneva a Jaina Proudmoore, che fu la fidanzata di Arthas, il grande amore del Principe prima della sua caduta nelle tenebre. Tuttavia, come Arthas ne sia venuto in possesso, resta un mistero.

6) Warmace of Menethil e Royal Scepter of Terenas II

La prima è una mazza da guerra probabilmente affidata ad Arthas durante la sua gioventù, mentre il secondo è ovviamente, come suggerito dal nome, lo scettro reale di Re Terenas Menethil II, ultimo Re di Lordaeron.. Il futuro Re dei Lich entrò in possesso di queste armi presumibilmente subito dopo il parricidio nella sala del trono.

7) Stormfury, Black Blade of the Betrayer e Tainted Twig of Nordrassil

Queste due armi sono una daga ed un bastone magico, appartenuti al cacciatore di demoni Illidan Stormrage, Mentre la daga fu ottenuta da Arthas dopo il loro duello ai piedi del ghiacciaio Icecrown, il bastone potrebbe essere entrato in possesso del Cavaliere della Morte durante il suo viaggio a Kalimdor, proprio dove incontrò lo stesso Illidan.

8 ) Valius, Gavel of the Lightbringer e Glorenzelg, High-Blade of the Silver Hand

La prima è una mazza da guerra, mentre il secondo uno spadone. Sebbene sia stato visto sempre armato con il martello da guerra, queste due armi sono probabilmente appartenute al leggendario paladino Uther the Lightbringer, che fu il mentore di Arthas. Uther accompagnò Arthas per gran parte della prima fase della sua vita ma venne infine ucciso dall’allievo divenuto un Cavaliere della Morte deciso a recuperare un’urna magica custodita proprio da Uther. Arthas entrò in possesso delle armi subito l’uccisione dell’ex maestro.

Illustrazione in evidenza ufficiale Blizzard