Qual è l’origine dell’universo di Warcraft?

Durante questi anni ormai, abbiamo parlato in lungo e in largo del mondo di Warcraft. Personaggi, eventi, creature, luoghi… ma qual è l’origine di questo sconfinato universo teatro di tutte queste cose? Cos’è quella Grande Oscurità di cui abbiamo sentito spesso parlare e qual è la differenza con la Distorsione Fatua? Cerchiamo ora di rispondere a tutte queste domande e fare un po’ di chiarezza, andando alla scoperta delle origini dell’universo di Warcraft, tra fatti e leggende.

La nostra storia inizia quindi agli albori… anzi, in un tempo ancora precedente. Secondo la leggenda, prima che la vita iniziasse e prima ancora che esistesse l’universo, c’era solo la Luce. Essa esisteva come un mare sconfinato di energia vivente, che si propagava in tutta l’esistenza, senza vincoli di tempo e spazio. Tuttavia, mentre questo mare in continuo mutamento si espandeva, apparvero spazi di freddo nulla. E da questi spazi, si formò il Vuoto. Questa nuova forza crebbe rapidamente e iniziò a muoversi contro la Luce, e in poco tempo la crescente tensione tra le due forze diede luogo a una serie di esplosioni che ruppero il tessuto stesso della creazione, dando vita all’universo fisico.

Le energie liberate dallo scontro tra Luce e Vuoto imperversarono nel nascente cosmo, formando innumerevoli mondi primordiali. Per lunghe epoche, quella che divenne nota come Grande Oscurità, in continua espansione, si agitò in un vortice di fuoco e magia. Frammenti di Luce vennero lanciati attraverso la realtà, infondendo mondi con la scintilla della vita e da essi si formarono vari tipi di altre energie (come ad esempio la Morte).

Le energie più instabili invece, si unirono nella dimensione astrale nota come Distorsione Fatua. Luce e Vuoto si scontrarono e sanguinarono insieme ai bordi di questo regno, gettandolo in subbuglio. E sebbene la Distorsione Fatua esistesse al di fuori dei confini dell’universo fisico, le sue energie volatili avrebbero occasionalmente squarciato il velo della Grande Oscurità, inondando la realtà e deformando la creazione.

Ma quali sono le effettive differenze tra questi due “regni” all’apparenza così simili?

Iniziamo dicendo che la Distorsione Fatua, come accennato in precedenza, è il piano astrale tra i mondi. Un un ambiente caotico e magico che si sovrappone alla Grande Oscurità, ma che resta un qualcosa di impercettibile per i mortali.

Tuttavia, gli effettivi ruoli di questi due “regni” non sono mai stati del tutto chiari e nel corso degli anni sono state fornite da Blizzard varie spiegazioni. Ad esempio, nel romanzo L’Ultimo Guardiano, Medivh spiega a Khadgar che i demoni erano abitanti e governanti della Grande Oscurità e si riferiva al Portale Oscuro come a una porta che collegava due nodi che risiedono nella Distorsione Fatua. Tuttavia, se le informazioni fornite da Medivh al giovane Khadgar sono da considerarsi veritiere e quindi canoniche, la stessa Distorsione potrebbe essere una dimensione alternativa o una sorta di “iperspazio” in cui le leggi convenzionali della fisica, del tempo e dello spazio non si applicano, e che quindi consente per viaggi intergalattici istantanei.

Dall’altro lato, Aegwynn, nella sua narrazione all’inizio della Seconda Guerra, si riferisce alla Grande Oscurità più o meno nel modo in cui fonti successive definirono la Distorsione Fatua, e quindi possiamo presumere la teoria di Medivh fosse sbagliata trovandoci in questo caso davanti a un retcon. Effettivamente, l’uso della Distorsione e della Grande Oscurità era molto più ambiguo in Warcraft II che nei giochi successivi. Sebbene infatti Aegwynn affermasse di essere responsabile della difesa di Azeroth dalle forze provenienti dalla Grande Oscurità, fonti successive stabilirono chiaramente che i suoi doveri riguardavano la Distorsione Fatua.

Possiamo quindi ipotizzare che Aegwynn abbia scelto di usare il termine “Grande Oscurità” invece di specificare “Distorsione Fatua” perché i suoi doveri si estendevano alla difesa di Azeroth contro entità dannose che non si limitavano alla sola Distorsione. In effetti, è comunque possibile che ci siano forze nella Grande Oscurità che rivaleggiano con la Legione Infuocata e magari esse sono ancora sconosciute ai poteri che si contendono Azeroth.

Come abbiamo visto quindi, rispondere alla domanda “qual è l’origine dell’universo di Warcraft” non è qualcosa di semplice. Un punto fermo sembra essere il mito della lotta tra Luce e Vuoto… almeno fino ad oggi. Perché nuove scoperte di lettere e documenti titanici hanno forse definitivamente risolto il mistero.

Ma di questo parleremo la prossima settimana, quando torneremo a parlare di Dragonflight