L’ombra di Arthas Menethil sulle Shadowlands

Dopo parecchio tempo torniamo a parlare di “Shadowlands” e lo facciamo per un fatto particolare…

Ieri, dopo l’annuncio della nuova data di uscita dell’espansione (ricordiamo, il 24 Novembre), è saltata fuori un’ “anteprima” di un’intervista al Lead Narrative Designer di World of Warcraft, Steve Danuser. Ed in questa anteprima la Blizzard nella figura di Danuser parla per la prima volta direttamente della figura di Arthas Menethil nella prossima espansione. Andiamo quindi subito a leggere le parole del Lead Narrative Designer in questo estratto d’intervista.

“Alla conclusione del primo atto dell’arco narrativo di “Shadowlands”, c’è una scena in cui molti dei nostri personaggi principali discutono dell’eredità di Arthas Menethil. Essi notano che il suo spettro incombe su tutti loro come un sudario, una metafora appropriata per un’espansione incentrata sulla Morte.

La storia di Arthas da Warcraft III alla sua conclusione alla fine di Wrath of the Lich King è uno dei racconti più iconici della nostra storia. Il suo nome non viene mai evocato con leggerezza. Allo stesso tempo, “Shadowlands” ci permette di esplorare le origini dell’oscurità che ha consumato il cuore del giovane principe. In questo percorso, potremmo imparare di più su di lui e sugli altri le cui vite sono state influenzate per sempre dalle scelte fatte da Arthas.”

Cosa possiamo dedurre da queste parole? Dalla parte parte iniziale, possiamo presumere o supporre che incontreremo Arthas non a fine espansione ma ben prima. Si parla infatti di “conclusione del primo arco narrativo di Shadowlands”, ma il punto più importante è sicuramente un altro.

Quest’anteprima ci sembra ribadire la grande importanza che ha il personaggio di Arthas, anche a 10 anni di distanza dalla conclusione del suo (primo) arco narrativo. Un personaggio che ha ancora ascendenti su molti dei protagonisti della storia attuale (basti pensare a Jaina o a Sylvanas) e del quale Blizzard è consapevole del peso (il suo arco è “uno dei racconti più iconici della nostra storia”).

Blizzard ci dice anche, alla fine di quest’anteprima delle parole di Danuser, che l’ampliare la storia di Arthas non sarà ovviamente il punto centrale dell’espansione che come sappiamo è incentrata su Sylvanas e sulle conseguenze delle sue scelte.

Tuttavia, è molto incoraggiante ed allo stesso tempo interessante come Blizzard tenga la figura di Arthas (che come abbiamo detto è forse la più importante di tutto il franchise) anche a molto tempo di distanza dalla sua uscita di scena.

Voi cosa vi aspettate? Cosa ne pensate di queste parole di Steve Danuser? Noi ovviamente aspettiamo l’intervista completa per vedere se ci saranno dati ulteriori dettagli ma intanto, fateci sapere la vostra nei commenti!