Fine dell’Eternità: l’apice del parallelismo tra Anduin e Arthas

Stamattina ci siamo dedicati alle anticipazioni e relative teorie dello scontro finale con il Carceriere che avverrà nella prossima patch 9.2 Fine dell’Eternità. In questo articolo parleremo invece di quello che i devs di World of Warcraft hanno definito l’altro grande momento narrativo che avremo nel nuovo raid Sepolcro dei Primi, ovvero l’encounter per il salvataggio di Anduin Wrynn. Anche in questo caso seguiranno SPOILER!

Come ben sappiamo, Anduin sarà l’ottavo boss del nuovo raid, e il datamining iniziato nella tarda serata di ieri ci ha fornito elementi MOLTO interessanti per quel che sarà lo scontro con il Re di Stormwind. Partiamo prima volgendo brevemente lo sguardo indietro. Durante gli anni dello sviluppo del personaggio di Anduin, è stato sempre più presente un parallelismo con un altro personaggio, uno dei più iconici (se non il più iconico insieme ad Illidan) del mondo di Warcraft: Arthas Menethil.

Questi parallelismi sono stati sia interni alla storia (come nel libro Crimini di Guerra in cui Garrosh Hellscream paragonava i due principi umani), sia, soprattutto a livello visivo. Per esempio, abbiamo avuto poi la chiara citazione all’assassinio di Terenas durante il filmato conclusivo dell’Assedio di Lordaeron durante BfA, come potete vedere qui sotto.

Tuttavia, da quando Anduin è stato corrotto dal Carceriere (e da Sylvanas), il parallelismo con Arthas è diventato ancora più forte. Un qualcosa di cercato e voluto, un rimando costante. Ebbene, questi anni di parallelismo potrebbero toccare il loro apice proprio nel nuovo raid. Perché grazie alle informazioni che ci arrivano dal PTR, sappiamo che il salvataggio di Anduin passerà attraverso il far recupererà la forza di volontà del Re di Stormwind. permettendogli così di manifestare la fonte del sua corruzione, la quale ha un nome ben preciso: Residuo del Re Caduto.

In sé per sé ovviamente questo è un termine vago, che si potrebbe semplicemente riferire alla parte corrotta dello stesso Anduin, o addirittura a Varian, ma ci sono tantissimi indizi che fanno pensare invece che il Re Caduto sia proprio Arthas. E questi indizi sono le stesse fasi del combattimento contro Anduin con i parallelismi che diventano chiare citazioni al combattimento contro Arthas in cima ad Icecrown Citadel.

Partiamo dalla prima fase dello scontro, chiamata “Kingsmourne Hungers“. Come sappiamo, Kingsmourne è la spada forgiata da Shalamayne, la magica lama elfica precedentemente appartenuta a Varian Wrynn e passata poi al figlio. Come avrete notato, il nome stesso dato alla fase è una citazione diretta ad Arthas ed al celebre, “Frostmourne hungers”, ma non solo! Essa è anche il nome di una delle abilità che Anduin userà contro di noi, grazie alla quale separerà l’anima dei giocatori dai loro corpi in modo molto simile in quella che è un’altra citazione (in questo caso inversa), a quanto faceva Arthas, quando i giocatori venivano brevemente intrappolati dentro Frostmorune.

Passata la fase 1, si arriva all’intermezzo, in quella che potrebbe essere il momento chiave del combattimento. In questo intermezzo assisteremo alla manifestazione del Re Caduto e dovremo batterci contro di lui. E indovinate un po’? Questo Re Caduto userà tra le altre, queste due abilità: Remorseless Winter e Soul Reaper. Nomi familiari, vero?

A tutto questo possiamo aggiungere anche qualcosina in più. Se ricordate, nel cinematic “La scelta di Sylvanas” si assisteva alla forgiatura della Kingsmourne, nella quale vedevamo Zovaal prendere un cristallo (che oggi sappiamo essere un’anima), per la forgiatura della stessa spada. È possibile che quell’anima appartenesse ad Arthas e questo sarebbe un’ulteriore prova del fatto che il Re Caduto sia effettivamente lui.

E ricordiamo inoltre che, come abbiamo visto nel video di presentazione di Fine dell’Eternità allo scontro con Anduin saranno presenti Uther, Jaina e Sylvanas…

Insomma, tirando le somme di quanto detto, anche se non abbiamo ancora lo totale conoscenza di come avverrà il salvataggio di Anduin, gli indizi che in nostro possesso sembrano andare in una direzione ben chiara. Senza dimenticare che, in questo senso, arriveranno le quest della nuova campagna che saranno molto importanti per quello che ci aspetta nel nuovo raid, oltre ad un probabilissimo cinematic che faranno da build up a tutto questo. Nonostante tutto questo, a questo punto si può tranquillamente dire che i parallelismi tra Anduin ed Arthas non sono casuali, ma sono invece mirati ad un qualcosa.

In questo caso, quello che vi abbiamo detto in queste righe potrebbe essere un modo per far comparire Arthas in Shadowlands indirettamente, senza quindi intaccare la storia del personaggio.