La festa del Velo Invernale e la leggenda di Nonno Inverno

Gli ultimi giorni dell’anno ad Azeroth sono visti da sempre come un momento di cambiamento all’interno di molte culture. In particolare, una leggenda ha dato origine ad una festa particolarmente sentita dagli abitanti del pianeta: la Festa del Velo Invernale. Ma da dove ha origine questa festa? E come è nata la figura di Nonno Inverno?

In realtà, queste due domande sono molto legate tra di loro. Si narra infatti che il termine “Velo Invernale” derivi da un essere soprannaturale riferito in molte culture proprio alla figura di Nonno Inverno. Costui è un essere mitologico della cultura nanica, la quale racconta di come questa figura abbia, millenni e millenni fa, attraversato tutte le terre di Azeroth con il suo mantello magico che lasciava una coltre di neve ovunque passasse. Nella mitologia nanica, questo mantello rappresenta l’origine della stagione invernale, vista proprio come un momento di cambiamento e rinnovamento.

Da sempre interessati alla ricerca delle proprie origini, i Nani finirono per identificare Nonno Inverno come uno dei grandi Titani di Azeroth, e questa convinzione venne rafforzata proprio dal paesaggio della “casa” dei Nani, la regione di Dun Morogh, che gli abitanti di Ironforge vedono come un segno di benedizione di Nonno Inverno verso quello che sarebbe il suo popolo prediletto. La perenne coltre di neve che ricopre la regione infatti, secondo i Nani sarebbe nient’altro che un frammento del grande mantello magico di Nonno Inverno, che egli lasciò in quel posto dopo che, durante la sua prima visita, venne accolto in modo molto benevolo dai suoi primi abitanti.

Da questo fatto inoltre, ebbe origine un’altra credenza, ossia quella dei doni di Nonno Inverno, dei regali che egli da quel giorno concede a chiunque lo accolga festosamente.

E grazie a questa credenza, moltissime comunità iniziarono così a riunirsi, fare festa e condividere banchetti nel primo giorno d’inverno, sicuri che il benevolo Nonno Inverno gli avrebbe ricompensati tutti con i suoi doni. Ebbe così origine quella che sarebbe diventata la “Festa del Velo Invernale”, un giorno di celebrazione e condivisione per tutto il mondo di Azeroth.

IN ALTO: Nonno Inverno, illustrazione di Dmitry Prozorov.