L’Ordine al servizio della Dea

Qual è l’ordine più antico del pianeta Azeroth? È difficile rispondere a questa domanda, ma tra i numerosi ordini ed organizzazioni che sono stati fondati nel corso dei millenni, uno in particolare sembra avvicinarsi molto ad essere tra i più antichi. Stiamo parlando della Sorellanza di Elune.

Quest’ordine, conosciuto anche con i nomi di Sorelle di Elune o semplicemente Le Sorelle è molto probabilmente il più antico ordine religioso (e forse anche magico) della società degli Elfi della Notte, basti pensare che ha preceduto gli Alti Nobili di ben 2000 anni e cenni della sua esistenza risalgano addirittura a 15000 anni fa. Come suggerisce il nome, la sorellanza era formata esclusivamente da donne, sacerdotesse dedite al culto della Dea Elune. La Sorellanza è guidata da sempre da una figura di riferimento, l’Alta Sacerdotessa, che guida le sue consorelle nei loro compiti.

Durante la Guerra degli Antichi, la Sorellanza di Elune svolse un ruolo molto attivo. Il luogo principale del culto era senza dubbio in quei giorni il Tempio di Elune a Suramar ma le consorelle avevano templi e santuari sparsi in tutto l’Antico Kalimdor. Ma la guerra arrivò presto, ed il Tempio di Elunne venne perduto quando Suramar fu invasa dai Nathrezim. Tuttavia, la Sorellanza, sotto la guida dell’allora Alta Sacerdotessa Dejahna, riuscì a fuggire ed a radunarsi sotto lo stendardo di Lord Ravencrest in quella che divenne la Resistenza Kaldorei. Seguirono delle settimane turbolenti e terribili, in cui la stessa Dejahna venne uccisa dai demoni ed il comando passò ad una giovane novizia di nome Tyrande Whisperwind. Nonostante grandi difficoltà comunque, l’ordine riuscì a sopravvivere alla guerra, sebbene ne fu uscì profondamente cambiato.

Dopo la Grande Separazione e la creazione dell’Albero del Mondo di Nordrassil, la Sorellanza ebbe un ruolo meno formale che formale che in passato, oltre a vedere i propri ranghi considerevolmente ridotti (molte delle Sorelle divennero Sentinelle). In particolare durante il lungo periodo che prese il nome di Lunga Veglia, un tempo in cui la Sorellanza aiutò per secoli le driadi ed il neonato corpo militare a guarire la loro terra dalle ferite lasciate dalla Legione Infuocata. Dopo la sconfitta di Archimonde sul Monte Hyjal e la perdita dell’immortalità da parte dei Kaldorei, Tyrande guidò una Sorellanza di Elune molto meno militarizzata e più concentrata sulla sfera religiosa dal Tempio della Luna a Darnassus.

Una Sorella di Elune nel Tempio della Luna di Darnassus. Illustrazione di SUOMAR.

La Sorellanza ebbe un grande ed importante ruolo a seguito del conflitto passato alla storia con il nome di Guerra contro l’Incubo, quando Tyrande inviò alcune delle Sorelle nelle terre controllate dall’Alleanza per aiutare la loro gente a riprendersi dalle terribili “scorie” che l’Incubo di Smeraldo aveva lasciato dietro di sé. Ma ci furono alcune consorelle che non si erano aperte al mondo come avevano fatto quelle guidate da Tyrande. Un ramo della Sorellanza di Elune, (che si suppone fosse un’antica propaggine del sacerdozio di Suramar a Val’sharah), ricevette infatti un potente manufatto, noto come le Lacrime di Elune poco prima della Grande Separazione. Una di queste sacerdotesse, Lyanis Moonfall, ha dichiarato che il suo “ordine” ha protetto il sacro artefatto al Tempio di Elune per migliaia di anni. Tyrande si riunì così a queste sacerdotesse dopo dieci millenni e insieme, difesero con successo il Tempio da un impensabile nemico: la corrotta leader dello Stormo Verde Ysera, caduta vittima della corruzione dell’Incubo per mano del satiro Xavius.

Gran parte dei membri della Sorellanza è oggi deceduta a seguito del Rogo di Teldrassil durante la Quarta Guerra e la conseguente distruzione di Darnassus e del Tempio della Luna ad opera di Sylvanas Windrunner, ma alcune consorelle assolvono tutt’oggi ai loro compiti. Vale la pena infine parlare brevemente di quello che era ed è tutt’oggi il ruolo dell’ordine all’interno della società elfica.

La Sorellanza di Elune può essere considerata (più in passato che oggi), come una sorta di fazione politica degli Elfi della Notte importante ed attiva. Le Sorelle hanno svolto e svolgono ancora il ruolo di magistri, ufficiali e molti altri ruoli per il governo dei Kaldorei. Le donne all’interno dell’ordine di grado più alto sono a conoscenza dei segreti più importanti del governo, come la lotta per il potere scoppiata tra Tyrande e l’arcidruido Fandral Staghelm. Ovviamente, la Sorellanza di Elune è la punta della piramide nel sacerdozio che serve la dea della luna, e la stessa Sorellanza è rimasta esclusivamente femminile fino a tempi recenti.

Ciò è in gran parte dovuto alla convinzione comune che i misteri più profondi di Elune possano essere compresi solo dalle donne. Sebbene questa prevalenza all’interno dell’ordine sia ancora predominante, esso è arrivato ad accettare anche i maschi Kaldorei nei suoi ranghi. Nonostante le continue guerre e gli sconvolgimenti che hanno colpito Azeroth nel corso del tempo, la Sorellanza ha mantenuto il suo ruolo sin dai tempi dell’antico Impero Kaldorei, anche se come detto, questo ruolo sia stato significativamente meno politico prima della Grande Separazione.

Tyrande Whisperwind, attuale Alta Sacerdotessa della Sorellanza di Elune. Illusrazione di DenaHelmi.

IN ALTO: Il Tempio della Luna di Darnassus. Illustrazione di WoW-Photographer.