Nel 2021 i cattivi non esistono.

Negli ultimi tempi, leggendo e riportandovi le ultime news dal PTR della 9.1 di World of Warcraft, una domanda mi è sorta sempre più spesso. Blizzard ha forse perso il coraggio? Perché gli ultimi risvolti di trama e, soprattutto la direzione verso cui la storia, una in particolare, sembra star andando, suggerirebbe proprio questo.

Si, sto parlando di Sylvanas. Se avete seguito i nostri aggiornamenti nelle ultime settimane, saprete bene che la possibilità di una redenzione di Sylvanas sta prendendo sempre più corpo. Ma sapete cosa? Il problema non è nemmeno come questa si stia (forse) realizzando, ma proprio l’idea di base, il concept. Perché questa possibilità, non ci doveva proprio essere, non doveva proprio esistere. Per quale motivo Sylvanas dovrebbe essere redenta?

Io capisco che ormai siamo al 5 Giugno dell’anno 2021 ed i cattivi, in generale, non esistono più. Perché tutti devono essere ormai giustificati, è tutto un “è cattivo…! Si però occhio, non è cattivo perché è stronzo/a, no! È cattivo per l’hanno trattato male! Ha avuto qualcuno che lo prendeva in giro da piccolo/a!” No, ragazzi, no. E sapete questo a cosa porta? Porta a riscrivere i personaggi, proprio come hanno già fatto, nel nostro caso, con il caro Illidan e come sembra stiano facendo con Sylvanas. E così questi personaggi diventano solo dei… nomi. I personaggi diventano un modello con dei nomi (perché quei nomi sono icone, sono un brand quasi), ma quello che c’è dentro quel personaggio viene stravolto, cambiato, fino al punto di… non essere nella sostanza più sé stesso.

E dove arriviamo in questo modo? Arriviamo al punto in cui non c’è più nulla di Illidan, non probabilmente (siamo già su quella strada lì) non ci sarà più nulla di Sylvanas. Guardate l’Illidan di Warcraft III fino a TBC e poi guardate quello di Legion. Vi sembra lo stesso personaggio? Quello successo con il cacciatore di demoni è portare un personaggio dal punto A al punto B senza un percorso (ah no, vero, c’è il libro che giustifica tutto tirando fuori cose dal nulla.) Un personaggio tendente al nero portato al bianco splendente. Perché? Esigenze di trama? O quella cosa fastidiosissima di dover ascoltare i fan per quel che riguarda le direzioni che la storia ed un personaggio devono prendere? Probabilmente entrambe le cose. Male, malissimo.

Perché non si ha più il coraggio di fare come si è fatto con Garrosh? Crei un personaggio, cattivo, stronzo, con dei motivi che lo rendono stronzo e cattivo… e lo porti fino in fondo! Perché c’è un motivo per cui i personaggi cattivi sono sempre stati affascinanti e sono sempre stati amati. E sapete qual è questo motivo? Perché nessuno di noi, nessuno è un angelo sceso dal paradiso. Perché l’ombra ce l’abbiamo tutti in quanto esseri umani. Ovviamente non siamo tutti assassini perché c’è comunque l’etica e la nostra natura che ci prende, ma questo non toglie che quell’ombra c’è, è dentro di te ed è l’aspetto che più nascondiamo e non vogliamo fare vedere agli altri. Ed è per questo che i personaggi cattivi sono sempre stati amati (pensate ad Arthas!) , perché quei personaggi richiamano una parte di noi stessi! E così quando tu vedi o leggi di un personaggio cattivo tu pensi che finalmente potrai assistere al viaggio di qualcuno che non nasconde quell’aspetto di sé e ti godi quel viaggio!

Invece cosa sta succedendo oggi in casa Blizzard? Succede che iniziano i frame in cui vediamo Sylvanas guardare Anduin e pensare “uhm, ma che cazzo sto facendo?”, e poi spunta fuori la storia delle anime divise a metà, e soprattutto il libro. Io ragazzi ho il terrore di quel libro. Perché credo sarà l’ultimo elemento che sancirà una cosa gravissima: l’annullamento di un personaggio. Perché tutto questo rischia di essere (ancora, come fu il libro di Illidan ai tempi), un annullamento del personaggio di Sylvanas. Perché il libro rischia di annullare tutto quello che abbiamo visto di Sylvanas negli ultimi quasi 20 anni. In quel libro che uscirà a Novembre c’è il rischio che di Sylvanas abbia solo il nome, ma che il personaggio al suo interno non potrebbe essere più lei ma un altro, frutto del completamento della giustificazione delle sue azioni. Ma a questo punto a quanti piacerebbe questo personaggio? Le persone che in tutti questi anni hanno amato Sylvanas, la amerebbero ancora?

Io prego che Blizzard ritrovi il coraggio che sembra aver perso e smetta di cannibalizzare il suo stesso universo riscrivendo i propri personaggi in nome di non si sa cosa. Sviluppiamo, non sovrascriviamo. Io capisco che siamo al 5 Giugno 2021 ed i cattivi non esistono più, perché non vanno più bene, perché deve essere tutto giustificato, ma ti prego Blizzard, non trasformarmi Sylvanas da personaggio cattivo ad una quindicenne con le palle girate.