Cavalcheremo insieme

Come sapete, e se non lo sapete vi lasciamo il link alla notizia degli amici di DailyQuest, un paio di giorni fa Blizzard ha pubblicato sui suoi canali online un nuovo racconto breve.

Il titolo è “Cavalcheremo insieme” e vede protagonisti i quattro Cavalieri dell’Apocalisse, signori della Spada d’Ebano, alle prese con il loro leader: il Re dei Lich, Bolvar Fordragon. Temporalmente, e senza spoilerare troppo, la vicenda si colloca appena prima l’attacco di Sylvanas alla Rocca di Icecrown, e si conclude pochi minuti dopo la distruzione dell’Elmo del Dominio da parte della Regina Banshee.

Ebbene, noi del team Lore is Magic siamo rimasti a dir poco incantati dalla bellezza di questa pubblicazione. Un racconto agile, che affonda le sue radici nella lore dei Cavalieri della Morte in maniera splendida, naturale, e va ad approfondire tantissime questioni rimaste finora in sospeso.

Robert Brooks, autore che già conosciamo per altri short già pubblicati, si dimostra uno scrittore di rara qualità, capace di donare dei momenti di introspezione dei personaggi davvero splendidi. Memorabile il rapporto tra Thoras Cacciatroll e Nazgrim, che Brooks riesce a restituire con maestria in appena un paio di pagine. Ci viene da dire che sia davvero un peccato non abbiano affidato a questo autore la stesura di un intero libro.

E lo diciamo a ragion veduta: la lore ufficiale sui Cavalieri della Morte è così scarna che leggerne è sempre un piacere, ancor di più quando la qualità è così alta.

Su tutti, spicca il Gran Signore Darion Mograine: un leader tormentato, quasi schiacciato dal proprio giuramento, dalla fedeltà riposta in Bolvar, e dalla sua tremenda maledizione. Una tara che affligge tutti i Cavalieri della Morte: l’impossibilità di provare emozioni, la Presenza costante del Re dei Lich nella loro mente che ricorda loro quanto il libero arbitrio conservato sia solo un’effimera autoconvinzione, la sofferenza infinita, straziante, unico sentimento loro rimasto.

Ed è meraviglioso, finalmente, poter leggere e apprezzare tutto questo, cose che magari finora erano rimaste relegate a quest secondarie in game ma che finalmente trovano il proprio spazio nella lore ufficiale, narrata. E che ci hanno fatto accorgere di due cose:

  1. Quando Blizzard vuole produrre dei contenuti di trama ben fatti, sa ancora come farlo con un livello qualitativo altissimo;
  2. Ci manca, e parecchio, della buona lore sui Cavalieri della Morte. Ne vogliamo di più, Robert!

Noi possiamo solo consigliare a chi ancora non l’avesse fatto di andare a leggere questo racconto, un piccolo capolavoro, e vi invitiamo a dirci la vostra nei commenti oppure sul nostro gruppo Telegram dove da giorni ormai non parliamo d’altro che di questo!

Illustrazione in evidenza ufficiale Blizzard