Troll

Quella rappresentata dai Troll, è la prima razza civilizzata del pianeta Azeroth. Dei Troll è stato infatti il primo impero della Storia, risalente a ben 16.000 anni fa. I Troll sono in assoluto la razza più diffusa su Azeroth, e da essi discendono anche altre razza (come ad esempio gli Elfi della Notte, che in origine erano Troll Oscuri). Nel corso dei millenni, sono sorte diverse Tribù tra i Troll, anche se gli usi ed i costumi sono generalmente gli stessi.

Uno dei caratteri principali della società dei Troll è senza dubbio la spiritualità. I Troll sono molto spirituali, e danno grande importanza a figure come gli sciamani. In quest’ambito, le figure di maggior rilievo sono i Loa, il nome che i Troll di Azeroth hanno dato ai Dei Selvaggi minori che venerano. I Loa venerati variano da tribù a tribù, ma è anche vero che non tutti questi Loa sono Dei Selvaggi. Alcuni di essi infatti, come Bwonsamdi o altri, non hanno alcun legame con i sopra citati Dei o il Sogno di Smeraldo. Essi sono praticamente antichi e potenti antenati dei Troll che ora vivono nelle Shadowlands. Ma ovviamente non tutti i troll che muoiono diventano Loa. Ciò che rende uno spirito troll un Loa è infatti ad oggi un mistero, anche se si ipotizza che abbia qualcosa a che fare con la quantità ed il tipo di magia che il defunto ha acquisito durante la vita.

A parte alcune tribù come i Darkspear, la maggior parte dei troll attaccherà gli estranei a vista. Essi sono esseri molto isolati e la maggior parte dei membri di questa razza, escluse alcune tribù (anche in questo caso parliamo dei Darskpear), non parla nessuna delle Lingue Comuni. Inoltre, i Troll selvaggi delle foreste ed i troll costieri sono individui estremamente legati al territorio ed ostili verso coloro che lo invadono, anche nel caso fossero troll di altre tribù.

Una troll della tribù Zandalari – Illustrazione di Levi Hinton

Il cannibalismo è una pratica dei Troll relativamente comune. Diverse tribù nel corso del tempo sono state cannibali, come ad esempio i Mossflayer o i Vilebranch, ed anche tutte le tribù dei troll dei ghiacci attualmente conosciute praticano il cannibalismo. La pratica è meno diffusa tra i troll delle sabbie, i troll della foresta, i troll oscuri e i troll della giungla ma non del tutto assente. Eccezioni sono invece gli Zandalari ed i Revantusk, mentre la tribù Darkspear praticò il cannibalismo fino a quando non unì le forze con l’Orda, che ne proibì la pratica.

Un’altra usanza diffusissima tra i troll è quella del vudù. Non tutte le tribù la praticano, ma si può affermare che essa sia diffusa quanto il cannibalismo. Poco si sa sull’origine della pratica del Vudù tra i troll, poiché la maggior parte delle tribù che possiedono tale conoscenza non sono disposte a condividerlo con gli estranei. Tuttavia, con il recente avvento dei troll Zandalari sull’isola di Yojamba, molti ricercatori hanno ipotizzato che il Vudù possa aver avuto origine proprio con gli Zandalari.

Esiste infine anche una piccola minoranza di Troll, detti Dire Troll. Quest’ultimi sono sorprendentemente più grandi e più muscolosi del resto dei loro fratelli, ed il motivo di questa differenza è ad oggi sconosciuto, anche se sono state formulate varie ipotesi. Ad esempio, questi troll potrebbero essere stati alterati alchemicamente o attraverso la magia (come i berserker). Un’altra teoria sostiene invece che essi si siano semplicemente evoluti arrivando ad essere più mastodontici degli altri Troll. Nonostante questo però, i Dire Troll non sono considerati dei mostri dai loro simili.

Illustrazione in evidenza di ShadowPriest