Totem del Fulmine

Secoli fa, Alto Monte era la dimora di quattro grandi tribù tauren: i Chioma Ricca, i Corno Celeste, i Totem Sanguinario e gli Alto Monte. Per centinaia di anni, queste tribù vissero in modo indipendente l’una dall’altra, spesso con rapporti litigiosi tra loro. Tuttavia, quando la Legione Infuocata invase Azeroth durante la Guerra degli Antichi, Huln Alto Monte unì queste tribù per combattere il comune nemico. Questa coalizione sarebbe durata per secoli e per lungo tempo la città di Totem del Fulmine fu il cuore dei Tauren di Alto Monte. Tutte e tre le tribù continuarono a vivere unite anche dopo la guerra, condividendo un percorso nella Sala dei Capitribù ed un animale sui totem.

Tuttavia, millenni dopo, la terza invasione della Legione Infuocata recise il patto tra le tribù di Alto Monte. Dargrul, re dei Drogbar rubò uno dei Pilastri della Creazione, il Martello di Khaz’goroth, dalla Culla del Martello a Totem del Fulmine e uccise il leader degli Alto Monte. La tribù Totem Sanguinario si unì alla Legione, mentre i Chioma Ricca furono cacciati dalla propria casa.

Alla fine della Campagna di Argus, alcune parti di Totem del Fulmine furono trasformate in una piccola capitale dell’Orda, dove si possono trovare anche addestratori di monaci Pandaren. Inoltre, anche i dissidenti della tribù Totem Sanguinario che scelsero di non unirsi alla Legione si stabilirono a Totem del Fulmine.

Quest’ultima è incastonata su una grande scogliera nella valle centrale di Alto Monte. Alla vista può apparire come una grande tenda con una piattaforma arroccata su questa grande scogliera, a formare una sorta di corona, ed il totem posto al centro della città è il gioiello di quest’ultima. Il tempo qui è di solito fresco e ventilato e le nuvole non sono mai in vista, nemmeno di notte.

Attualmente, Totem del Fulmine è governata da Mayla Alto Monte, ultima discendente di Huln.

Illustrazione immagine in evidenza di ARMAND SERRANO