Ironforge

Ironforge è la capitale dei Nani, orgogliosi membri dell’Alleanza ed è la dimora ancestrale di tutti i clan nanici, una volta governati dal leggendario Alto Re dei Nani Modimus Anvilmar.

Scolpita nel cuore di pietra delle possenti montagne di Khaz Modan, la città di Ironforge è una testimonianza vivente della forza e della tenacia dei Nani.

La capitale nanica è una vasta città sotterranea che ospita molti esploratori, minatori e guerrieri di questa razza. Le massicce porte di roccia proteggono la città in tempo di guerra e la lava stessa della montagna viene reindirizzata ed incanalata all’interno della città per scopi di calore e per alimentare le grandi e proverbiali forge naniche. Cascate di magma ed abbondanti scorte di minerali hanno infatti permesso agli abitanti di Ironforge di diventare padroni dell’arte della forgiatura di armi ed armature, oltre che di gioielli ed altri utensili.

Ironforge è forse la più intricata delle città dell’Alleanza, sicuramente la più antica, ed è costituita da molti piccoli passaggi e negozi artigianali situati nelle pareti di roccia ed in stanze cavernose. L’atmosfera della città è vivace, caotica e certamente industriale. Tuttavia, la capitale nanica sa anche essere sicura ed accogliente; fuochi scoppiettano nei camini delle locande ed i Nani sono per lo più gente allegra e conviviale.

Storicamente, Ironforge ha comunque vissuto parecchie tribolazioni, sia quelle dovute alle guerre sia, soprattutto, quelle politiche. Sebbene infatti la resistenza dei Nani in guerra sia rinomata – Ironforge resistette ad un lunghissimo assedio da parte dell’Orda durante la Seconda Guerra – questa capitale è sempre stata afflitta da dispute interne, iniziate alla morte di Anvilmar tra i tre clan nanici principali: i Bronzebeard, i Wildhammer ed i Dark Iron.

Proprio alla fine della Seconda Guerra, per “celebrare” l’entrata dei Nani nell’Alleanza di Lordaeron, venne costruita una grande “metropolitana” sotterranea, il Deeprun Tram, per collegare Ironforge a Stormwind nel distretto di Tinker Town, abitato dai rifugiati gnomici di Gnomeregan.

Ironforge è anche una delle città più diverse dal punto di vista razziale nel mondo dell’Alleanza. I nani predominano, ovviamente, ma tra le sue vie si troveranno molti gnomi anche al di fuori di Tinker Town, ed altrettanti umani. Più difficile invece trovare qualche elfo della notte, poiché quest’ultimi preferiscono per natura ambienti più naturali e gli spazi aperti.

Ironforge è stata governata per parecchi anni dal clan Bronzebeard, più precisamente da Re Magni. Alla trasformazione di quest’ultimo in una statua di diamante, venne istituito il Concilio dei Tre Martelli, formato da rappresentanti dei tre clan nanici principali che da allora governano la capitale, insieme al Senato di Ironforge.

Illustrazione immagine in evidenza di Connor Sheehan