Shandaral

L’avamposto di Shandaral fu costruito durante l’apice dell’Impero Kaldorei, all’incirca nell’anno 10.000 BDP (Before Dark Portal), nella parte settentrionale dell’antico continente di Kalimdor. Esso doveva essere un deposito di reperti e manufatti arcani raccolti dagli Eletti, gli Elfi della Notte più vicini ad Azshara, la Regina dei Kaldorei dell’epoca. A seguito della Grande Separazione, gli elfi che vivevano a Shandaral furono isolati dal resto del mondo. Senza alcuna fonte di potere per sostenerli, si ritrovarono ad essere vulnerabili alle malattie e ad altri disturbi. Per secoli così, gli Eletti di Shandaral perlustrarono le Foreste di Cantolunare alla ricerca di un mezzo per sostenersi.

4000 anni dopo, verso l’anno 6000 BDP, dopo aver visto i Draghi Blu cristallizzare gli esseri viventi e trarre potere da essi, gli elfi cercarono di interagire con i draghi, sperando che quest’ultimi potessero aiutarli. I leviatani tuttavia, risposero mostrando aperta ostilità. Per disperazione, un gruppo di arcanisti Eletti si infiltrò nel Nexus e apprese le tecniche dei draghi, ma l’avidità li spinse a rubare anche alcune delle potenti reliquie custodite nella tana dello Stormo Blu. Il furto però venne scoperto, e scatenò le ire dei Draghi. Gli Elfi riuscirono a scappare, ma erano certi che la vendetta dei leviatani sarebbe arrivata rapida.

Infatti, poco tempo dopo, dozzine di draghi blu scesero su Shandaral. Gli arcanisti elfi, nel disperato tentativo di salvarsi, si radunarono su una scogliera che dominava la grande foresta sottostante e tentarono di usare le tecniche magiche che avevano rubato dal Nexus. Concentrarono il loro potere, sperando di cristallizzare una piccola porzione della foresta e usare le sue energie come arma per distruggere i draghi. Il loro tentativo fallì in modo orribile, mentre le magie da loro usate innescarono un’enorme esplosione, rilasciando un vero e proprio “torrente di energia” che cristallizzò l’intera foresta.

La forma fisica di ogni creatura vivente nella regione, ad eccezione dei draghi blu che avevano intuito l’imminente trasformazione e andarono via, venne immediatamente frantumata, mentre i loro spiriti furono deformati dall’incantesimo e venendo condannati a vagare senza meta nella terra infestata che sarebbe diventata nota come Foresta di Cristallo.

Illustrazione immagine in evidenza ufficiale Blizzard