Foresta di Elwynn

La Foresta di Elwynn (in originale Elwynn Forest) è una vasta area boscosa che confina a nord con le Steppe Ardenti, ad est con le Montagne Crestarossa, ad ovest con le Marche Occidentali e a sud con Boscovespro. Vi si trova, nell’angolo nordoccidentale, Stormwind, capitale del regno omonimo, sede principale dell’Alleanza. Durante la prima e la seconda guerra questa regione è stata teatro di moltissime battaglie, e la capitale fu distrutta nel conflitto fra Orda e Alleanza.

I soldati sopravvissuti si ripararono a Lordaeron sotto il comando di Anduin Lothar, riuscendo in seguito a riconquistare e ricostruire la loro capitale. A causa della ribellione della gilda dei Tagliapietre, guidata dall’ex maestro Edwin VanCleef, tra il piccolo borgo di Goldshire e le miniere a sud imperversano diverse bande di uomini della Confraternita dei Defias, una sanguinaria organizzazione criminale.

Stormwind è governata da re Anduin Wrynn, che ha recentemente ereditato il trono dal padre Varian. La regione è prevalentemente abitata da umani, ma in città è presente un distretto nanico da cui il Tram degli Abissi porta direttamente ad Ironforge, la capitale dei nani di Khaz Modan.

Vi si trova anche l’abbazia della Contea del Nord, sede centrale della Chiesa della Luce, che ospitò i rifugiati della guerra e aiutò la città di Stormwind prima di essere rasa al suolo dall’Orda. Durante la seconda guerra, questa piccola valle fu base di Cho’gall e del Martello del Crepuscolo, finché non fu reclamata dall’Alleanza di Lordaeron che ricostruì l’abbazia.

Illustrazione in evidenza di Konstantin Turovec