Dun Morogh

Le gelide terre di Dun Morogh un tempo erano governate dai Troll dei Ghiacci della tribù dei Frostmane, secoli prima che gli Gnomi prima ed i Nani poi arrivassero qui a conquistare questa landa ghiacciata per farne la loro casa.

Queste due razze hanno generalmente vissuto in condizioni amichevoli per secoli e secoli, commerciando tra le loro rispettive città, Ironforge e Gnomeregan, fino a quando, durante la Seconda Guerra, sia i Nani che gli Gnomi si unirono all’Alleanza di Lordaeron dopo che l’Orda degli Orchi invase il regno di Khaz Modan. Il loro servizio si dimostrò prezioso per le forze dell’Alleanza e, tra i muscoli nanici ed il cervello gnomico, gli Orchi non riuscirono mai a prendere nessuna delle due capitali di questa regione. Durante il periodo intercorrente tra le varie guerre che hanno costellato la storia di Azeroth, gli Gnomi ed i Nani continuarono comunque ad avvicinarsi, lavorando insieme su una serie di grandi progetti. Questa regione pacifica è ora minacciata dai Trogg che hanno iniziato ad apparire in tutta l’area e conquistato gran parte di Gnomeregan.

La terra spazzata dalla neve di Dun Morogh è ricoperta da foreste e montagne scoscese. Si tratta di una regione montuosa, fredda, ventosa e con frequenti piogge. Le nevicate sono comuni e una coltre bianca copre costantemente il terreno. Grandi lupi e leopardi delle nevi popolano le foreste così come i Trogg ed anche alcuni Troll Frostmane. Feroci orsi sono noti per vivere in molte tane oscure scavate nel fianco della Montagna, ed è proprio nel cuore di quest’ultima che si trova la maestosa Ironforge, capitale della razza nanica, un vero gioiello di rara bellezza. Sebbene non ci siano stati negli ultimi tempi dei conflitti significativi, Dun Morogh non vede la vera pace da decenni ed è oggi governata dal Concilio dei Tre Martelli, rappresentato dai tre principali clan nanici: i Bronzebeard, i Wildhammer ed i Dark Iron. Infine, tre villaggi sono sorti in questa regione, tutti per la maggior parte abitati da Nani. Questi villaggi sono Kharanos, Anvilmar e Brewnall.

Illustrazione immagine in evidenza di Jaqen Art