Azshara

Quel che oggi è solo un tratto di costa frantumata a nord-est di Kalimdor, nei tempi antichi era la più grande metropoli degli Elfi della Notte. Sull’intera superficie della regione di Azshara infatti, si estendeva quella che era la più grande delle città dell’Impero Kalodrei. Questa stessa città cadde millenni fa durante la Guerra degli Antichi, ma alcuni edifici frastagliati si posano ancora oggi sulle scogliere che si affacciano su rovine tra i coralli. Purtroppo però, gran parte della città di Azshara si inabissò nell’oceano.

Prima della Grande Separazione, questo tratto di costa faceva parte della capitale dell’impero, Zin-Azshari. Ma se questo poté essere un vanto per l’epoca, rappresentò anche la rovina della città. Fu proprio qui infatti che la prima invasione della Legione Infuocata colpì con maggior violenza, trasformando l’intera regione in una gigantesca tomba e non lasciando altro che le rovine della città un tempo grande. Gli Elfi della Notte che sopravvissero al disastro chiamarono questa regione – una volta gloriosa, ora nient’altro che un fantasma di quello che fu – Azshara, come memoria della pazzia della loro regina un tempo tanto amata e che infine li aveva portati quasi all’estinzione. Da quel momento, questo luogo di isole rocciose, scogliere frastagliate e mari soffocati dai coralli ha dato vita a molte storie e leggende.

Alcuni Elfi della Notte ad esempio, affermavano che non tutti i demoni furono banditi, ma che alcuni di essi siano ancora in agguato sotto le scintillanti acque del Mar dei Coralli, in attesa di contrattaccare. Altri invece sostenevano che la Regina Azshara non fosse realmente annegata, ma che invece sia stata trasformata in un’orrenda creatura marittima e che un giorno condurrà i suoi seguaci a riconquistare il mondo di superficie. Ci sono inoltre voci che sussurrano che il “Portale Oscuro” che per primo portò i demoni ad Azeroth riposi tutt’oggi sotto il mare in attesa che qualcuno lo riapra. Altri ancora infine affermano che la Grande Frattura ha risvegliato qualcosa che risiedeva nella parte più profonda dell’oceano, qualcosa che alla fine avrebbe portato un’ondata di distruzione in tutto il mondo. Qualunque sia la verità comunque, tutti gli Elfi della Notte concordano sul fatto che la regione sia irrimediabilmente maledetta.

In tempi più recenti la regione di Azshara è stata posta sotto il controllo dell’Orda, ed è oggi la casa dei Goblin del Cartello di Acqualorda.

Illustrazione immagine in evidenza di Haruzo